Ecco tutte le operazioni che puoi fare per trasportare la tua azienda nel futuro usufruendo delle agevolazioni fiscali 

Nel 2020 la nuova Legge di Bilancio a sostituzione della proroga di super-ammortamenti e iper-ammortamenti, di cui vi avevamo parlato qui, è stato previsto un nuovo credito d’imposta per investimenti in beni strumentali.

Questa la misura dell’agevolazione: 

Il credito d’imposta “generale”, relativo agli investimenti in beni materiali strumentali nuovi non “4.0”, è riconosciuto (alle imprese e agli esercenti arti e professioni):

  •  nella misura del 6% del costo;
  •  nel limite massimo di costi ammissibili pari a 2 milioni di euro.

Per gli investimenti in beni “4.0” compresi nell’Allegato A alla L. 232/2016, il credito

d’imposta è riconosciuto (solo alle imprese) nella misura del:

  •  40% per la quota di investimenti fino a 2,5 milioni di euro;
  •  20% per gli investimenti tra 2,5 e 10 milioni di euro.

Per gli investimenti relativi a beni immateriali compresi nell’Allegato B alla L. 232/2016, il credito d’imposta è riconosciuto:

  •  nella misura del 15% del costo;
  •  nel limite massimo di costi ammissibili pari a 700.000,00 euro.

L’altra interessante novità per il 2020 è un nuovo credito d’imposta per gli investimenti in ricerca e sviluppo, in transizione ecologica, in innovazione tecnologica 4.0 e in altre attività innovative. Per il quale le misure dell’agevolazione sono così ripartite:

  • Per le attività di ricerca e sviluppo agevolabili, il credito d’imposta spetta:
    • in misura pari al 12% della relativa base di calcolo;
    • nel limite massimo di 3 milioni di euro.
  • Per le attività di innovazione tecnologica, il credito d’imposta è riconosciuto:
    • in misura pari al 6% della relativa base di calcolo o al 10% in caso di obiettivo di transizione ecologica o di innovazione digitale 4.0;
    • nel limite massimo di 1,5 milioni di euro.

Viene, inoltre, prorogato anche a quest’anno il credito d’imposta per la formazione 4.0, con alcune modifiche in merito alla misura dell’agevolazione. 

Per i termini di utilizzo, di tutte e tre queste tipologie di agevolazioni ti rimandiamo alla Legge di Bilancio 2020 e ti consigliamo di affidarti al tuo professionista di fiducia. 

Come Kiwibit ti può aiutare nel processo di innovazione 4.0 sfruttando le agevolazioni fiscali

Quello di cui ti vogliamo parlare in questo articolo sono le possibilità legate alle agevolazioni della legge di bilancio 2020 e le competenze tecniche e professionali del team Kiwibit che potrà supportarvi in questo processo di innovazione 4.0.

Per questo analizziamo in dettaglio il contenuto dell’Allegato B alla Legge 232 del 2016 che contengono i riferimenti precisi per la definizione dei beni immateriali che rientrano nelle agevolazioni e su cui tecnologicamente Kiwibit può supportarvi. 

In tutti i casi si tratta di “Software,   sistemi, piattaforme e applicazioni”:

  • per la progettazione,   definizione/qualificazione   delle prestazioni e produzione di manufatti in materiali  non convenzionali o ad alte prestazioni, in grado di permettere la progettazione, la modellazione 3D, la  simulazione, la sperimentazione, la prototipazione e la verifica simultanea del processo produttivo, del prodotto e delle sue caratteristiche   (funzionali e di impatto ambientale) e/o l’archiviazione digitale e integrata nel sistema informativo aziendale delle informazioni relative al ciclo di vita  del prodotto (sistemi EDM, PDM, PLM, Big Data Analytics);
  • per la progettazione  e la ri-progettazione  dei sistemi produttivi che tengano conto dei flussi dei materiali e delle informazioni, software, sistemi, piattaforme e applicazioni  di supporto alle decisioni in grado di interpretare dati analizzati dal campo e visualizzare agli operatori in linea specifiche azioni per migliorare la qualità del prodotto e l’efficienza del sistema di produzione
  • per la  gestione  e il coordinamento della  produzione con elevate caratteristiche  di integrazione delle attività di servizio,  come la logistica di fabbrica e la manutenzione (quali ad esempio sistemi di comunicazione intra-fabbrica, bus di campo/ fieldbus, sistemi SCADA,  sistemi MES, sistemi CMMS, soluzioni innovative con caratteristiche riconducibili ai paradigmi dell’IoT e/o del cloud computing)
  • per il monitoraggio e controllo delle condizioni di lavoro delle macchine e  dei sistemi di produzione interfacciati con i sistemi informativi di fabbrica e/o con soluzioni cloud, 
  • di realtà virtuale per lo studio realistico di componenti e operazioni  (ad esempio di assemblaggio), sia in contesti immersivi o solo visuali, 
  • di reverse modeling and engineering per la ricostruzione virtuale di contesti reali
  • in grado di comunicare e condividere dati e informazioni sia  tra loro che con l’ambiente e gli attori circostanti (Industrial Internet  of Things) grazie ad una rete di sensori intelligenti interconnessi, 
  • per il  dispatching delle  attività e l’instradamento   dei prodotti nei sistemi produttivi, 
  • per  la gestione della qualità  a livello di sistema produttivo  e dei relativi processi, che in Kiwibit abbiamo sviluppato in progetti come la Generazione automatica di documenti e la Piattaforma di gestione preventivi e ordini
  • per l’accesso a  un insieme virtualizzato,  condiviso e configurabile di  risorse a supporto di processi produttivi e di gestione  della produzione e/o della supply chain (cloud computing), 
  • per  industrial analytics dedicati al trattamento ed all’elaborazione  dei big data provenienti dalla sensoristica IoT applicata in ambito  industriale (Data Analytics & Visualization, Simulation e Forecasting), 
  • di artificial intelligence & machine learning che consentono alle macchine di  mostrare un’abilità e/o attività intelligente in campi specifici a garanzia della qualità del processo produttivo e  del funzionamento affidabile del macchinario e/o dell’impianto, 
  • per  la produzione automatizzata e intelligente,  caratterizzata da elevata capacità cognitiva, interazione e adattamento al contesto, autoapprendimento e riconfigurabilità (cybersystem), 
  • per  l’utilizzo lungo le linee produttive di robot, robot  collaborativi e macchine intelligenti per la sicurezza e la salute dei lavoratori, la qualità dei prodotti finali e la manutenzione predittiva, 
  • per  la gestione della realtà aumentata tramite wearable device, 
  • per  dispositivi  e nuove interfacce tra uomo e macchina che  consentano l’acquisizione, la veicolazione e l’elaborazione di informazioni in  formato vocale, visuale e tattile, come nel progetto che abbiamo realizzato per la macchina di punta XT30 dgt concept di Trimmer.  
  • per  l’intelligenza degli impianti che garantiscano meccanismi di efficienza energetica e di decentralizzazione in cui  la produzione e/o lo stoccaggio di energia possono essere anche demandate (almeno parzialmente) alla fabbrica,
  • per  la protezione di reti, dati, programmi, macchine e impianti da  attacchi, danni e accessi non autorizzati (cybersecurity), 
  •  di   virtual industrialization che, simulando virtualmente  il nuovo ambiente e caricando le informazioni sui sistemi cyberfisici al termine di tutte le verifiche, consentono di evitare ore di test e di  fermi macchina lungo le linee produttive reali. 

La totalità di questi interventi rientrano nel fondamentale processo di rivoluzione innovativa dell’industria 4.0, un percorso che analizziamo e realizziamo ad hoc per quelle aziende che vogliono rispondere in modo efficace alle attuali esigenze di mercato.

Inoltre collaborando con Kiwibit, PMI innovativa, potrete beneficiare di ulteriori agevolazioni fiscali con deduzioni sull’imponibile ai fini IRES pari al 40% dell’investimento.

Nome e Cognome
professione
Kiwibit

Nome e Cognome
professione
Kiwibit

Se anche tu vuoi stare al passo con i tempi e vuoi ottenere di più dalla tua azienda contattaci, analizzeremo le tue esigenze per proporti la soluzione che fa al caso tuo! 

 

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

Industria 4.0 e Iperammortamento 2019 come funziona, quali vantaggi per la tua azienda

Il termine Industria 4.0 è ormai da qualche tempo al centro della discussione sullo sviluppo e la crescita delle imprese. Con questo termine si intende la rivoluzione in atto, definita anche “quarta rivoluzione industriale”, caratterizzata dall’utilizzo in quantità...

Industria 4.0 e macchinari industriali: il processo di innovazione di prodotto per le PMI manifatturiere

L’industria 4.0 non è solo un trend ma è un paradigma che può essere applicato concretamente a tutte le PMI italiane produttrici di macchinari industriali che vogliono rispondere in modo efficace alle attuali esigenze di mercato. Esistono aziende che hanno sviluppato...

Share This